fbpx

By Fabrizio Colarossi

Condivisione tra Agenti Immobiliari Professionali

Naturale Evoluzione del Mercato Immobiliare o tentativo di emulazione?

Eccoci arrivati al penultimo appuntamento alla scoperta del Sistema di Vendita Vincente “Check & Buy”.

Parliamo, in questo articolo, della Condivisione tra Agenti Immobiliari Professionali

Voglio cominciare condividendo (neanche a farlo apposta) un testo, estratto da un articolo del portale https://unaparolaalgiorno.it/, sul significato della parola Condivisione.

Condivisione tra gli Agenti Immobiliari. Ad un passo dal Futuro ma nessuno lo vuole fare veramente.

“Al di là della condivisione del bagno fra coinquilini, il condividere si svela essere una galassia complessa.

La condivisione può essere la partecipazione comune ad un , una tensione d’insieme, un essere d’accordo, un’esperienza che affratella ed è vissuta a un tempo da più punti di vista diversi – e perciò più ricca,  di discernimento, di  comunicante.

Oggi questa parola surfa sulla cresta dell’onda grazie ai social network, in cui indica l’azione del pubblicare, del , del portare alla conoscenza dei propri amici un pensiero, un testo, una canzone, un video, un sito.

Meno intima ma più concreta, questa accezione potenzia il canale di una formazione culturale collettiva, in cui il condiviso è proposta, semina di informazione, mattone comune – canale fondamentale in ogni rapporto umano, condivisione che porta a condivisioni sempre più profonde.

La Parola condividere deriva dalle parole “con” e “dividere” e significa possedere insieme; partecipare insieme; offrire del proprio ad altri.

Che dire, vista così questa è una parola magica, di quelle che ti cambiano la vita, la panacea di tutti i mali.

Nel linguaggio degli agenti immobiliari la Condivisione si traduce MLS acronimo di Multiple Listing Service, ma purtroppo il significato profondo espresso sopra non è facile da ritrovare.

Il Multiple Listing Service è un metodo operativo che prevede la Condivisione tra Agenti Immobiliari Professionali delle liste degli immobili in portafoglio, al fine di consentire un’ampia collaborazione tra le agenzie immobiliari.

La Condivisione tra Agenti Immobiliari nasce negli Stati Uniti.

Il Sistema MLS nasce negli Stati Uniti intorno agli anni sessanta e fa capolino in Italia agli inizi degli anni 2000 con la piattaforna Replat.

Da allora sono nate centinaia di piattaforme che tentano di emulare le strutture MLS degli Stati Uniti senza però riuscire a dare, a mio modestissimo parere, il plus valore che una organizzazione del genere dovrebbe essere in grado di dare.

Il sistema MLS si basa sul principio della Condivisione tra Agenti Immobiliari Professionali e funziona così:

L’Agente Immobliare “Mario” ha in portafoglio un certo numero di incarichi e li condivide sulla piattaforma.

Ovvero li mette a disposizione dei colleghi che vogliono proporli ai propri clienti.

L’Agente Immobliare “Maria” individua un contatto “Marcello” che potrebbe essere interessato ad un immobile “Bello” dell’agente “Mario”.

A questo punto l’Agente Immobliare  “Maria” contatta il Collega “Mario” per chiedergli un sopralluogo sull’Immobile “Bello” con il cliente “Marcello”.

L’Agente Immobliare “Mario” verificato che “Marcello” non ha mai visto l’immobile “Bello” fissa l’appuntamento.

Nel caso in cui il contatto “Marcello” dovesse essere interessato all’immobile “Bello” l’Agente Immobliare “Maria” ritira una proposta e la valuta insieme al collega “Mario” il quale la sottoporrà alla proprietà.

In caso di conclusione positiva i due Agenti Immobliari spartiscono i compensi.

Bello Vero?

E’ un sistema in cui, apparentemente, vincono tutti.

L’agente Immobiliare “Maria” conclude una vendita su un immobile non nel suo portafoglio immobiliare;

L’agente Immobiliare “Mario” conclude una vendita con un cliente “Marcello” non nella sua banca dati;

Il cliente “Marcello” trova la casa dei suoi sogni;

Il cliente proprietario dell’immobile  “Bello” vende casa.

E tutti vissero Felici e Contenti.

Condividere e fare rete per affrontare un futuro incerto e pieno di insidie. Questa dovrebbe essere la sfida degli agenti immobliari che invece continuano a curare il loro orticello fino a quando non arriverà uno Tsunami a spazzarlo via definitivamente

Sarebbe il sistema Ideale per garantire il migliori risultato per tutti.

Ma cosa succede veramente nel mondo immobiliare reale italiano?

L’Agente Immobiliare “Mario” ha in portafoglio un certo numero di incarichi, ma non li condivide su nessuna piattaforma di condivisione.

L’Agente Immobiliare “Maria” individua un contatto “Marcello” interessato ad un immobile con determinate caratteristiche.

La prima cosa che fa è controllare il proprio portafoglio (che in linea di massima non condivide).

Verificato che non può soddisfare il Sig. “Marcello” prova a guardarsi intorno.

Spulciando dai vari portali individua un immobile “Bello” nel portafolgio del collega “Mario”.

A questo punto L’Agente Immobliare “Maria” contatta il Collega “Mario” per chiedergli un sopralluogo sull’Immobile “Bello” con il cliente “Marcello”.

L’Agente Immobliare “Mario” risponde:

“mi dispiace non collaboro”

L’Agente Immobliare “Maria” comincia ad imprecare verso il governo e i colleghi poco collaborativi.

 Il Sig. “Marcello” ed il proprietario dell’immobile “Bello” hanno perso un’occasione.

E tutti vissero tristi e scontenti!

Negli stati uniti ci sono alcuni stati in cui è obbligatorio inserire gli immobili in portafoglio nel portale di condivisione.

Negli Stati Uniti il Sistema Mls è obbligatorio in molti stati

Nel tempo si sono create e consolidate figure professionali che si occupano esclusivamente di acquisire immobili da proporre e figure professionali che si occupano esclusivamente di reperire clienti interessati ad acquistare.

Come ho accennato all’inizio anche in Italia si sta cercando di attivare questo tipo di Consapevolezza ma, in venti anni, a mio parere, non siamo nemmeno lontanamente paragonabili ai livelli di efficienza d’oltre oceano.

Perchè in Italia non funziona la Condivisione tra gli Agenti Immobiliari?

Il motivo è la mancanza della giusta mentalità.

Tutti gli ambiti della nostra vita sono pieni di “Teorizzatori” ed il mercato immobiliare non è da meno.

la luce della verità risplende soltanto negli atti, non nelle parole

Affermava Adriano Olivetti.

La difesa strenua del proprio orticello, della propria Banca Dati, di fatto, blocca il cambiamento.

E le azioni reali verso un vero e proprio cambiamento stentano ad essere intraprese non solo dagli operatori ma anche dalle associazioni e sindacati.

Sono profondamente convinto che quella della Condivisione tra Agenti Immobiliari Professionali possa essere una delle leve innovative più importanti del Mercato Immobiliare Italiano. 

La mia esperienza di Condivisione tra gli Agenti Immobiliari?

Personalmente ho conosciuto il Sistema MLS nel 2005, proprio quando mi accingevo a mollare il marchio Toscano creando la Progetim Consulenze Immobiliari.

Mi venne presentato il Portale di Condivizione Replat.

Fui inizialmente molto entusiasta.

Provenivo da un modo di lavorare chiuso, con  i miei “8000 contatti” e su quegli sventurati costruivo il mio business.

Di colpo venivo catapultato in una realtà differente.

Potevo andare a prendere incarichi in tutta Roma.

Il portale Replat mi apparve come una opportunità unica, soprattutto per come mi veniva proposto.

La realtà è stata un’altra.

Come diceva Olivetti tante chiacchiere ma pochi fatti.

I teorizzatori dell’innovazione predicavano bene ma razzolavano male.

Insomma, sono fuggito a gambe levate da un’organizzazione che di innovativo aveva ben poco.

Mi fermo qui perché il mio non vuole essere un giudizio.

l'mls è l'innovazione del mercato immobiliare, troppi teorizzatori e pochi fatti sono la rovina di un sistema che potrebbe rappresentare la svolta del settore.

Condividere e fare rete per affrontare un futuro incerto e pieno di insidie.

Questa dovrebbe essere la sfida degli Agenti Immobiliari che invece continuano a curare il loro orticello fino a quando non arriverà uno Tsunami a spazzarlo via definitivamente

Ho continuato ad inseguire quell’idea di cambiamento ma mi sono sempre dovuto fermare di fronte alla mancanza di mentalità.

Attualmente condivido i miei incarichi attraverso la piattaforma MLS del mio gestionale immobiliare.

Il Sistema di Vendita Vincente “Check & Buy” ha come sua ragione d’essere la valorizzazione dell’offerta immobiliare anche, e soprattutto, attraverso questo strumento.

Senza bisogno di proclami posso dire di aver avuto un buonissimo riscontro e di poter affermare senza ombra di dubbio che la strada è quella giusta.

Spero vivamente che possa diventare, nel prossimo futuro, l’elemento cardine di questo settore.

Sarei felice di avere un commento su quanto hai appena letto, raccontandomi le tue esperienze o semplicemente esprimendomi le tue opinioni sull’argomento

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Call Now ButtonChiama ora